La ricerca di cantine in Lombardia

Lo sai cos’è la Valtenesi?

Un sabato felice per trovare prodotti d’eccellenza da condividere! Ieri tappa al lago di Garda nella Valtenesi per il “Cantina Zatti Open Day” e noi ne approfittiamo per organizzare una delle nostre avventure.Il paesaggio è mozzafiato verde, collinare, caldo molto caldo e il lago è il protagonista silenzioso al centro della scena.
Siamo attirati verso Podere dei Folli come da una calamita quando lo troviamo nella Federazione dei Vignaioli indipendenti.
Zenzero é in versione country chich e ride, come al solito lui sa quando siamo arrivati e ce lo segnala con un eccitazione che è più un urgenza di scendere ed esplorare.
La cantina è a Puegnago del Garda (fraz. Mura) un caratteristico paesino della sponda bresciana del Lago situato sulle colline moreniche della Valtenesi, un terreno fertile che pruduce vino e olio.
Ci accoglie Davide con un caldo sorriso in una splendida cascina e ci fa sentire subito a casa.
Ci racconta della cantina fondata da suo nonno bis Pietro. A portarla avanti ci pensò poi nonno Andrea, che ancora presidia il tutto dall’aia del casale, per continuare una tradizione famigliare di agricoltori per nascita. Agricoltori nobili, raffinati e veri per cui la terra è tutto; e’ indissolubile.
Col passare degli anni, come ogni azienda hanno sentito l’esigenza rinnovarsi senza mai tradire l’heritage familiare.
Nonno prima e papà poi gli hanno trasmesso questa grande passione.
Niente additivi chimici o altre sostanze che alterano il gusto; quando un vino, ci racconta, è buono non ha bisogno di niente di tutto ciò. Il suo gusto naturale e i suoi profumi ti cattureranno e ti faranno vivere un’esperienza di gusto autentica. Ci spiega che il terreno morenico dona ai prodotti una nota sapida e rispetto alle doc limitrofe.
Ci innamoriamo del Lillium chiamato così come omaggio allo stemma di Puegnago, un bianco metodo Manzoni in edizione limitata, molto limitata. Il Chiaretto “preafete” è di qualità piacevole, sapido con note floreali a seguire ci fa degustare il Vegna un groppello in purezza. Il groppello è il vitigno storico della zona e ci sorprende è un rosso delicato con una nota finale amara di mandorla piacevolissima. Crediamo che questo vitigno debba essere riscoperto e promosso visto l’alta qualità dello spettro aromatico. Noi lo inseriremo nella selezione di GeMiTo per farvi provare una nuova emozione.
Per tutta la degustazione ci fa compagnia la piccola Sarà, la nonna controlla le operazioni e il gatto Leone cerca di capire se lo scocceremo.
Ci spostiamo a Calvagese della Riviera per andare all‘ open day di Zatti, la cantina è in centro in un cortile pieno di gente.
Giovanni Zatti lo abbiamo conosciuto alla fiera del Vino di Polpenazze e ci ha spiegato “la Valtenesi” la sue doc e la storia sua famiglia. Suo padre commerciava vino ma lui aveva preso un strada diversa. La figlia lo ha poi riportarlo sulla via del vino per fortuna. L’entusiasmo semplice di Giovanni è contagioso al pari del gusto del GEP il suo Riesling renano, un bicchiere tira l’altro fresco, agrumato, estivo, minerale Tutti i suoi vino hanno una gradevole freschezza per esempio il Sadrjolè un metodo classico rosè che presenta un perlage finissimo.
Intorno al banco di degustazione si ride, si scambiano opinioni e soprattutto si beve.
Alla fine sono le 20 e dobbiamo “arrangiarci” per la cena; la possibilità di trovare un locale sulla strada ci esalta e con un metodo assolutamente casuale andiamo alla “trattoria del gallo” a Rovato. Il metodo “GeMiTo random” funziona; locanda storica con una lista di vini eccezionale e un servizio impeccabile del giovane staff. Il menù è locale e il manzo all’olio è notevole, ci danno anche degli inside su piccole realtà della Franciacorta, chissà che non sia l’inizio di una nuova ricerca!
A questo punto Zenzero fa finta di dormire e ci dirigiamo verso casa molto soddisfatti: nuovi vini di qualità da proporre, incontri meravigliosi e un’idea per la prossima tappa....















ricerca continua in Lombardia.

Post precedente Post più recente

lascia un commento

Please note, comments must be approved before they are published